Alitalia, quindi?

Berlusconi in campagna elettorale ha aperto la questione Alitalia ed ha ora affidato a Bruno Ermolli il compito di sondare il mercato per capire che cordata si può organizzare.
Si è iniziato dal prestito ponte del governo da 300 milioni.
Marco Tronchetti Provera ha detto di essere disposto a mettere un “chip” di qualche milione di Euro su Alitalia, a condizione che ci sia uno sviluppo forte di Malpensa in modo da favorire gli affari di Pirelli (testuale).
Poi si cita un vettore internazionale, con una quota di minoranza ma rilevante. Tutti pensano ad Aeroflot, dopo l’incontro tra Berlusconi e Putin.
Si parla poi di un gruppo di imprenditori che verserebbe una quota tra i 25 ed i 50 milioni di Euro, tra i quali la famiglia Fossati.
Infine si è ipotizzato un clamoroso utilizzo delle casse di Sviluppo Italia, per un totale di 900 milioni di Euro, a favore di Alitalia.

Bene, le considerazioni che poniamo alla vostra attenzione sono due:

  1. senza il malloppo di Sviluppo Italia, ad oggi la somma di questi investitori non è molto diversa dalla proposta di Air France, ritenuta scandalosamente bassa dal Berlusca;
  2. tutti questi investitori…dove erano tra il 2001 ed il 2006? Cioè durante il precedente governo Berlusconi, quando la crisi di Alitalia si è incancrenita, perchè il Presidente non fece lo stesso appello e queste vagonate di Euro non c’erano?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: