La comunicazione blindata

Nel 1994, primo governo Berlusconi, l’allora ministero delle Poste e Telecomunicazioni fu affidato a Giuseppe Tatarella di AN.
Nel precedente governo Berlusconi del 2001, Ministro delle Comunicazioni fu Maurizio Gasparri, generale di AN, sottoscrittore dell’omonima legge-truffa. Nel rimpasto che portò al terzo governo Berlusconi, Gasparri fu sostituito da Mario Landolfi, sempre di AN.
Tre Governi, tre volte un esponente di AN alle Comunicazioni.

Nuovo governo nel 2008.
Cogliendo l’occasione della riduzione dei ministeri, casualmente viene cancellato proprio quello delle comunicazioni, che viene accorpato a quello dello Sviluppo Economico, nelle mani di Claudio Scajola, un fedelissimo di Berlusconi.
Ma non basta, come sottosegretario alla Presidenza, con delega all’editoria è nominato Paolo Bonaiuti, ex portavoce di Berlusconi, un altro fedelissimo del Presidente.
Ora finalmente Berlusconi può dormire sonni tranquilli, televisione e editoria, i suoi business principali, non verranno toccati.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: