Stefani, l’uomo giusto al posto giusto

A luglio 2003 su “La Padania” compare la lettera sottosegretario leghista alle Attività produttive con delega al turismo Stefano Stefani che parla dei tedeschi “biondi stereotipati ubriachi di tronfie certezze“, “invadono rumorosamente le nostre spiagge ma sul loro quotidiano più letto, la Bild (…) non dimenticano di menzionare (…) il numero dei furti d’auto a Rimini o addirittura le ultime statistiche dei morti di mafia in Sicilia“. Per poi proseguire con “l’ex libraio di Hehlrath (l’eurodeputato Martin Schulz, ndr) è cresciuto a roboanti gare di rutti dopo pantagrueliche bevute di birra e scorpacciate di kartoffel fritte“.

Da qui la reazione irritata degli assessori al Turismo di Toscana ed Emilia Romagna, che in una dichiarazione congiunta si sono detti “indignati” dalle “gravissime dichiarazioni” del sottosegretario, ed hanno espresso “solidarietà a un intero popolo ingiustamente offeso”.
L’allora cancelliere tedesco Schroeder cancellò le sue vacanze in Italia, in segno di protesta per le offese al suo paese.
Gianfranco Fini dichiarò senza mezzi termini che “un idiota è pur sempre un idiota” e Berlusconi chiese la testa del sottosegretario.
Stefano Stefani viene rieletto altre due volte in Parlamento: possiamo discutere sulle scelte della Lega, ma sembra tutto finito.

Fino a quando arrivano le nuove elezioni per la presidenza della Commissione Esteri della Camera e secondo voi, il Popolo della Liberà (quello di Berlusconi e Fini per intenderci) chi candida alla Presidenza? Stefani, forse proprio per le sue elevate capacità diplomatiche!
Fortunatamente alcuni esponenti di AN hanno avuto dei dubbi ed hanno fatto mancare l’appoggio nella prima votazione, ma poi nella seconda tutti si sono dovuti piegare al volere del Capo.

E Stefani fu.
Incredibile

3 Risposte to “Stefani, l’uomo giusto al posto giusto”

  1. io quell’anno sono stato in campeggio poco a sud di rimini e riccione. i tedeschi c’erano, e tutti ci chiedevano come mai avessimo votato Lui, se eravamo a conoscenza del Suo conflitto di interessi, ecc…
    Oggi c’è ancora Lui al governo, ed è triste constatare che si è portato appresso un’altra volta tutti i suoi uomini. Belli o brutti, capaci o incapaci che siano, oltre ogni limite di faccia tosta e di buon senso.

  2. Purtroppo chiunque di noi ha dovuto passare il tuo imbarazzo, cioè qualcuno che dall’estero ci chiede “ma come fate? ma lo sapete chi è?”.
    Il fatto è che molti di noi sanno chi è il Berlusca, ma tanti altri fanno finta di non saperlo. Oppure gli fa comodo.

  3. […] sconosciuto va alle Comunicazioni, una delle poltrone più calde. Di Stefano Stefani, abbiamo già scritto, insultò i tedeschi cinque anni fa ed ora è presidente della commissione esteri. Ma forse il più […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: