Bancarotta fraudolenta?

Il piano congeniato dal nostro frizzante Berlusca insieme ai suoi amici di Banca Intesa è eccezionale: prendiamo un’azienda, Alitalia ad esempio, troviamo il modo di trasferire quello che c’è di buono in un’altra società appena costituita. Fatto questo, mandiamo in fallimento l’azienda iniziale con tutti i debiti che ha, con tutte le pendenze che ha.

Se la memoria non ci tradisce, da qualche parte questo sarebbe un reato, chiamato bancarotta fraudolenta: cioè il fallimento di un’azienda non avviene per incapacità di stare sul mercato, per motivazioni di vario genere, ma avviene scientificamente per portare vantaggi ai proprietari.

Forse ci sbagliamo, e se così fosse ci scusiamo prima di tutto con il sapere giuridico, ma forse la pulce nell’orecchio sarebbe opportuno metterla a chi ne sa più di noi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: