Archivio per berlusca

Il Berlusca è troppo anziano per gli americani

Posted in Commenti with tags , , , , on agosto 9, 2008 by Redazione
Cerimonia di apertura

Cerimonia di apertura

È finito l’idillio tra il Berlusca e l’America ed ovviamente ci finiamo in mezzo tutti noi italiani.
Già durante il G8 siamo stati sbeffeggiati da tutto il mondo, con il vero profilo del Berlusca inserito nella cartella stampa dagli americani.
Ieri durante la cerimonia di apertura delle Olimpiadi, quando l’Italia ha iniziato la sua sfilata, i commentatori americani della NBC Bob Costas e Matt Lauer hanno così commentato “Il primo ministro italiano Silvio Berlusconi ha rinunciato ad essere qui stasera insieme agli oltre 80 capi di stato”, hanno spiegato ridacchiando i due mezzibusti della NBC, “Perché a Pechino fa caldo. Troppo caldo per lui”. Dopo aver ironizzato sull’immensa fortuna di Berlusconi con un “il più ricco magnate italiano dei media che è anche primo ministro del Paese” e sulla sua età “a 72 anni è troppo anziano per un viaggio del genere”, i due presentatori hanno concluso che “se sei ricco e potente come lui, puoi permetterti di startene a casa a guardare la cerimonia. Comodamente seduto davanti alla tv”.

Fonte: Corriere.it

Annunci

Alitalia, ciak 1.425

Posted in Commenti with tags , , , on agosto 4, 2008 by Redazione

Il film dell’Alitalia sta forse per girare le scene più cruente, quando si svela la verità celata.
Il Berlusca dalle mille risorse, dalle infinite cordate italiane, dalla sterminata schiera di figli pronti a rilevare la compagnia, dall’incredibile numero di compagnie estere scalpitanti, non ha un piano.
Anzi il piano è molto chiaro: “facciamo fuori 5.000 dipendenti, è il male minore per salvare la grandiosa compagnia di bandiera. Ma cerchiamo di non licenziarli tutti, altrimenti qui se la prendono con me. Utilizziamo i prepensionamenti a gli altri ammortizzatori sociali, così una gran parte dei dipendenti in esubero li paga direttamente lo Stato”.
È interessante fare il Berlusca utilizzando le casse dello Stato o dell’INPS. Forse è allenato dalla sua carriera di imprenditore che lo ha visto fare affari con i soldi di altri (a quando risulta da varie fonti, non è un nostro comento).

Cittadini, ricordiamoci bene che stiamo pagando di tasca nostra la presa di posizione del Berlusca, che ha negato la vendita ad Air France, dolorosa certo, ma quantomeno non costosa per lo Stato, per un’impresa che costerà Euri sonanti a tutti noi.

Bancarotta fraudolenta?

Posted in Commenti with tags , , , on agosto 1, 2008 by Redazione

Il piano congeniato dal nostro frizzante Berlusca insieme ai suoi amici di Banca Intesa è eccezionale: prendiamo un’azienda, Alitalia ad esempio, troviamo il modo di trasferire quello che c’è di buono in un’altra società appena costituita. Fatto questo, mandiamo in fallimento l’azienda iniziale con tutti i debiti che ha, con tutte le pendenze che ha.

Se la memoria non ci tradisce, da qualche parte questo sarebbe un reato, chiamato bancarotta fraudolenta: cioè il fallimento di un’azienda non avviene per incapacità di stare sul mercato, per motivazioni di vario genere, ma avviene scientificamente per portare vantaggi ai proprietari.

Forse ci sbagliamo, e se così fosse ci scusiamo prima di tutto con il sapere giuridico, ma forse la pulce nell’orecchio sarebbe opportuno metterla a chi ne sa più di noi.

Prima e seconda classe

Posted in Dati with tags , , , , , on luglio 24, 2008 by Redazione
Emerenzio Barbieri

Emerenzio Barbieri

Poteva non essere un discepolo del Berlusca a tirare fuori la burla estiva?
L’Italia sta tirando la cinghia, Tremonti chiede sacrifici, gli attacchi alla Casta ancora non sono nemmeno sopiti, ma lui Emerenzio Barbieri, deputato della PDL solleva un problema esistenziale “Perché i senatori viaggiano in business class ed i deputati soltanto in classe economica?”.
Dopo aver sentito l’estate scorsa la richiesta di Buttiglione di avere i gelati all’interno del Parlamento, questa potrebbe sembrare una burla estiva, invece il nostro caro deputato (ma chi lo ha mai sentito? Da dove viene?) rincara la dose definendo “umiliante la discriminazione dei deputati rispetto ai senatori”.
E non ha desistito nemmeno quando gli hanno fatto notare che il costo della Camera dei Deputati quest’anno già sarà di 14 milioni di Euro superiore all’anno sorso.
Ma questo personaggio come è finito in una lista elettorale? Per quali reconditi meriti si giova di rappresentarci?
Indagheremo…

Il Nuovo – Roberto Calderoli

Posted in Dati with tags , , , , , on maggio 16, 2008 by Redazione

Roberto Calderoli

Deputato dal 1992
Vicepresidente del Senato dal 2001 al 2004
Nel 2004 assume la carica di “Ministro per le Riforme Istituzionali e la Devoluzione”
Vicepresidente del Senato dal 2006 al 2008

Roberto Calderoli è il nuovo ministro della semplificazione.
In pratica dovrà “delegiferare”, semplificando il sistema legislativo italiano.

E’ il posto giusto per chi il 15 marzo del 2006, durante la trasmissione Matrix su Canale 5, definisce “una porcata” la nuova legge elettorale da lui stesso firmata. Da quel momento in poi la legge elettorale verrà definita “Porcellum“.

Riferimenti: Wikipedia

Il Nuovo – Raffaele Fitto

Posted in Dati with tags , , , , on maggio 11, 2008 by Redazione

Raffaele FittoNew entry nel governo del Berlusca, ma spesso si considera nuovo quello che è giovane, ma nuovo dovrebbe significare altro.
Raffaele Fitto è il nuovo ministro per gli Affari Regionali, per la sua grande esperienza in questo settore.
Ex Presidente della Regione Puglia, è indagato dalla Procura di Bari per corruzione, falso e illecito finanziamento ai partiti.
Il 20 giugno 2006 la Procura di Bari ha chiesto alla Camera dei Deputati gli arresti domiciliari di Fitto con l’accusa di illecito affidamento dell’appalto di gestione di undici residenze sanitarie di proprietà dell’imprenditore romano Giampaolo Angelucci, famoso per le tante cliniche private.
Secondo l’accusa, Angelucci avrebbe versato una tangente di 500.000 euro alla lista di Fitto in occasione delle elezioni regionali del 2005, in cambio di favori illeciti per vincere l’appalto da 198 milioni di euro per la gestione delle undici residenze sanitarie della Regione Puglia.
Il parlamento, tuttavia, ha respinto l’autorizzazione a procedere con l’arresto con 457 voti favorevoli, 1 contrario, dello stesso Fitto, e 2 astenuti.
Il 22 dicembre 2007 la Procura di Bari ha chiesto il rinvio a giudizio di Fitto e di Angelucci, accusati di concorso in corruzione e illecito finanziamento ai partiti.
Le accuse per Fitto riguardano anche i reati di falso e peculato.

Riferimenti: Wikipedia

La verità è…

Posted in Citazioni with tags , , , , on maggio 4, 2008 by Redazione

Fedele ConfalonieriLa verità è che se Berlusconi non fosse entrato in politica, se non avesse fondato Forza Italia, noi oggi saremmo sotto un ponte o in galera con l’accusa di mafia.
Col cavolo che portavamo a casa il proscioglimento nel lodo Mondadori

Fedele Confalonieri, attuale presidente di Mediaset
La Repubblica, 25 giugno 2000